Indice del forum
  
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi 
 RegistratiRegistrati   Log inLog in 
La data di oggi è Mar Set 25, 2018 3:29 am
Tutti i fusi orari sono UTC + 0
Leggi messaggi non letti
Leggi messaggi senza risposta
 Indice Forum » Italian Room » Contro la miseria: che fare? Il ruolo dell’ONU, dei governi, della società civile mondiale.
E' in atto un vero e proprio piano Marshall dei paesi più poveri verso i paesi più ricchi del mondo
Nuovo argomento   Rispondi Pagina 1 di 1 [1 Post] PrecedenteSuccessivo
Autore Messaggio
Raffaella Chiodo



Registrato: 21/02/06 16:56
Messaggi: 1

 E' in atto un vero e proprio piano Marshall dei paesi più poveri verso i paesi più ricchi del mondo
Français

- Français

Raffaella Chiodo (Italia), Coordinatrice della campagna Sdebitarsi

Buongiorno, sono della Campagna Italiana per la Cancellazione del Debito e faccio parte del Direttivo della Tavola della Pace. Già stamattina nell’introduzione ai nostri lavori di oggi, Dot Keet e Teresiña da Silva hanno detto molto bene come stanno le cose: la verità che è nei fatti, nei conti, nei dati. Proprio i conti che non facciamo noi ma la WB e FMI -proprio per dire due sigle a caso- dimostrano come sia in atto un Piano Marshall, un vero e proprio Piano Marshall dei Paesi più poveri, verso i Paesi più ricchi del mondo. Questa è la verità. Oggi, anno 2005, ciò che i paesi del Sud mondo, pagano in termini di debiti, accumulati con i prestiti fatti da queste istituzioni internazionali, è di gran lunga superiore rispetto al volume di aiuti che il cosiddetto Nord ricco e sviluppato destina ogni anno a questi paesi. Quindi, mentre con una mano fingiamo di dare, con l’altra gli prendiamo anche il sangue! Questa è la verità. In questo senso, noi siamo qui oggi anche sull’onda di alcune amarissime conclusioni, che sono state riportate oggi dalla nostra amica della campagna sugli MDGs che dimostrano come non siamo affatto andati avanti nel raggiungere dei risultati, tanto meno gli obiettivi -che già erano minimi- di Sviluppo del millennio e che appunto tutti gli Stati hanno sottoscritto a New York nel 2000 per debellare –anzi dimezzare si disse allora- la povertà. Come si pone l’Italia, in questo elenco? E' giusto che noi lo diciamo, perché qui oggi intervengono tutti quanti i nostri amici rappresentanti dei vari popoli che abbiamo invitato ed è giusto anche dire cosa facciamo noi, come Italia -lo dico soprattutto ai politici presenti, lo abbiamo chiesto a Prodi, lo chiediamo a Bertinotti a Vannino Chiti, a Katia Belillo e a tutti quelli che sono intervenuti-. Noi siamo molto esigenti e pretenderemo che gli impegni che saranno assunti nel famoso programma dell’opposizione, che vorrà presentarsi all’Italia, siano perseguirti fattivamente. L’Italia oggi purtroppo - l’abbiamo già detto più volte in questi giorni- è l’ultimo Paese nell’elenco di quelli che avrebbero dovuto perseguire gli MDGs. I dati che abbiamo citato -e vale la pena di ripeterlo perché sembrano talmente pazzeschi che passano nel dimenticatoio- l’Italia oggi destina –questo è ciò che viene formalmente dichiarato dal governo e anche dimostrato dai dati- destina tra lo 0,11% e lo 0,13% a finanziamenti per lo sviluppo, che però comprendono molte voci. Il problema è che all’interno di questo dato viene considerata anche la cancellazione del debito. Quindi, di fatto, noi, scorporando questo dato, vediamo che l’Italia destina -se si può dire così perché sinceramente faccio veramente fatica a definire questa cosa come aiuto, mi sembra proprio una presa in giro e un insulto verso tutti quelli che hanno bisogno di un cambio di rotta mondiale- destina lo 0,02%! Questa è la realtà delle cose! Noi chiediamo un impegno ai politici presenti perché su questo non si faccia più il gioco delle tre carte che ha fatto Berlusconi e che fanno anche altri governi nel mondo -anche se a noi ovviamente fa più male perché siamo a casa nostra-. Noi chiediamo che di non procedere con la logica del taglio alle tasse promesso agli italiani. Molti di voi forse non lo sanno, appunto gli stranieri non sanno che in Italia il governo Berlusconi si è fatto eleggere nella sostanza promettendo un taglio delle tasse; alla fine la cosa si è conclusa con una presunta cancellazione di 6€ al mese per famiglia, che poi in realtà vengono ripresi in altra forma, perché ci sono tagli alla spesa sociale. Quindi è inutile che vi faccia una spiegazione che concludete bene da soli: questi 6€ al mese sono ben poca cosa per le famiglie italiane, ma sono qualcosa di enorme per una famiglia mozambicana, per la quale potrebbero significare semplicemente avere accesso ad alcuni farmaci e tante altre cose. Noi chiediamo un cambio di rotta e chiediamo ai nostri politici che su questo s'impegnino veramente a dare un senso diverso, un cambio di rotta: l'Italia deve stare nel mondo in modo diverso. Per questo chiediamo che loro s'impegnino ed esprimano i loro programmi e, possibilmente, li perseguano e non li lascino nel dimenticatoio come hanno fatto altri governi del mondo. Il G8 è stato citato già più volte, ma ci tengo a ribadirlo, perché anche questo, a causa degli attentati di Londra è passato nel dimenticatoio, anche il famoso impegno epocale che il G8 ha annunciato per la cancellazione del debito dei Paesi più poveri, in realtà è solo nelle promesse, perché nei fatti -lo verificheremo in seguito- attualmente non c'è nulla di nuovo. Si promette la cancellazione del debito di questi Paesi. Quindi il 90% rimane lì ad essere causa della povertà, togliendo le risorse a quei Paesi. Per ottenere il pagamento del debito si tolgono risorse alla salute, alla povertà, a tutto ciò che significa poter lottare contro la povertà. Grazie.
MessaggioInviato: Mer Feb 22, 2006 10:51 am
 Profilo Invia messaggio privato Rispondi citando Top 
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi Pagina 1 di 1 [1 Post] PrecedenteSuccessivo
 Indice Forum » Italian Room » Contro la miseria: che fare? Il ruolo dell’ONU, dei governi, della società civile mondiale.
Vai a:  

Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it
[ Time: 0.0678s ][ Queries: 9 (0.0219s) ][ Debug on ]